Home Viaggi nel MondoEuropaCittà Europee Cosa Vedere a Sofia in 3 Giorni

Cosa Vedere a Sofia in 3 Giorni

by Marco Adriani
cosa vedere a sofia in 3 giorni

Sofia è una tranquilla cittadina che si visita comodamente in pochi giorni. Anche se non è pubblicizzata come altre famose città europee, Sofia è ricca di storia e cultura e merita assolutamente di essere vista.

Sono stato a Sofia molte volte in diversi periodi dell’anno, ho avuto il piacere di vedere la città durante i caldi mesi estivi, ma anche sotto un’affascinante nevicata di gennaio. Ogni volta ho scoperto posti nuovi, da non perdere.

In base alla mia esperienza ho deciso di creare una guida su cosa vedere a Sofia in 3 giorni. Un itinerario comodo per scoprire le principali attrazioni della città e i dintorni della capitale bulgara.

Scopriamo quindi cosa vedere a Sofia in tre giorni!

Sofia in 3 giorni: Consigli

Raggiungere il vostro hotel dall’aeroporto è molto semplice, la metropolitana è il mezzo più economico e allo stesso tempo comodo per arrivare in centro. In alternativa potete prenotare in anticipo un servizio di transfer, ancora più comodo ma comunque economico.

La maggior parte delle principali attrazioni si trovano in centro, consiglio quindi di cercare un hotel nel cuore della città. Io mi sono sempre trovato bene al Niky Hotel, situato in posizione ottima.

Il modo migliore per iniziare a scoprire Sofia è partecipando ad un tour guidato della Città.

Tra le esperienze da fare a Sofia ci sono sicuramente: un tour dei segreti di Sofia e un tour notturno con cena folcloristica.

Itinerario Sofia Giorno 1

Per il primo giorno a Sofia, consiglio un itinerario alla scoperta di alcuni dei principali punti di interesse del centro tutti raggiungibili facilmente a piedi. Il percorso è molto semplice e potete esplorare la città a un ritmo rilassato. 

1. Statua di Sofia

statua di sofia

La prima visita non poteva che essere il simbolo della città: la maestosa statua di Sofia. Una statua in bronzo e rame posta su una colonna alta 24 metri, è stata eretta nel 2001 al posto di una statua di Lenin.

La statua è dedicata alla Santa protettrice della città, anche se in realtà ricorda più la dea della saggezza, sono infatti raffigurati dei simboli pagani come il gufo e la corona di alloro.

Anche se per molti non è il massimo della scultura io l’ho trovata particolare e affascinante, soprattutto di notte davanti alle rovine dell’antica Serdika. In ogni caso non potrete fare a meno di vederla, girando per la città!

2. Stazione Serdika e Resti

chiesa san giorgio sofia

In pieno centro di Sofia e all’interno della Metropolitana si trovano i resti di Serdika, ovvero l’antica Sofia!

Tra le rovine di Serdika troviamo la piccola chiesa ortodossa di Sveta Petka, una delle chiese più antiche di Sofia. L’ingresso è gratuito ma si paga qualcosa per fotografare.

Un’altra meraviglia da non perdere proprio vicino alla stazione di Serdika è la Chiesa di San Giorgio, una chiesa del III secolo di soli 10 metri di diametro. L’ingresso è gratuito e si può visitare tutti giorni dalle 9.00 alle 18.00. 

3. Terme di Sofia e Museo Storico

museo storico sofia

Quando si visita un’altra città è bello anche immergersi nella sua realtà e nelle abitudine della gente del posto.

Quello che una volta era il centro termale della città è stato trasformato nel Museo Storico di Sofia. Davanti al bellissimo edifico dall’elegante stile architettonico c’è un bel parco con una grande fontana al centro. Sui lati degli antichi bagni termali ora ci sono delle sorgenti di acqua calda dove le persone del posto si riforniscono con grandi taniche e bottiglie.

4. Mercato coperto centrale Hali

A due passi dalle Terme di Sofia troviamo il mercato coperto, dove è possibile trovare davvero di tutto: bancarelle di cibo, bar, ristoranti, negozi di abbigliamento e souvenir.

Un luogo carino per provare la gastronomia tradizionale e per fare un po’ di shopping.  Lo consiglio per un pranzo veloce, specialmente nelle giornate fredde.

Il mercato è aperto tutti i giorni dalle 7:00 alle 21:00.

5. Triangolo della tolleranza religiosa

Proprio vicino al mercato coperto si trova un’area molto particolare conosciuta come Triangolo della tolleranza religiosa. Infatti a pochi metri l’una dall’altra troviamo la chiesa cristiana Sveta Nedelja, la moschea Banya Bashi e la Sinagoga di Sofia, tutte e tre assolutamente da vedere.

CONSIGLIO TOUR 

Per visitare queste ed altre attrazioni di Sofia, potete anche partecipare a tour organizzati. Consiglio ad esempio un bellissimo tour pomeridiano a piedi tra cibo e vino.

6. Chiesa Sveta Paraskeva

Sveta Paraskeva è un’altra meravigliosa chiesa ortodossa da non perdere, da un punto di vista architettonico ricorda molto la più famosa cattedrale Aleksandr Nevskij.

Si trova accanto ad un giardino pubblico, un po’ decentrata ma merita di essere vista.

7. Vitosha Boulevard

Vitosha è la strada più famosa di Sofia, un viale interamente pedonale ricco di negozi, caffetterie e ristoranti. Prende il nome dal monte Vitosha che domina la città e che nelle fredde giornate invernali si può ammirare innevato.

È una tappa obbligatoria durante un viaggio a Sofia, infatti consiglio sempre un hotel in questa zona, come spiego nella guida dove alloggiare a Sofia.

La via è sempre animata a qualsiasi ora del giorno, il posto perfetto per un aperitivo o una cenetta dopo una giornata alla scoperta della città.

Alla fine di Vitosha c’è anche un immenso parco cittadino con tanto verde e panchine per un po’ di relax.

8. Palazzo Nazionale della Cultura

Ultima tappa del primo giorno a Sofia è il Palazzo Nazionale della Cultura, situato proprio nel parco alla fine di Vitosha. Costruito nel 1981 in occasione del 1.300° anniversario della Bulgaria.

È un Centro Congressi di dimensioni impressionanti, all’interno vengono organizzate mostre, concerti, festival e tanti altri eventi. Bellissime le fontane, consiglio di visitarlo anche di notte per ammirare i giochi di luce!

Merita sicuramente una visita sia il Palazzo, ma soprattutto il bellissimo parco.

Itinerario Sofia giorno 2

L’itinerario del secondo giorno a Sofia prevede di esplorare ancora il centro, tra le varie attrazioni c’è forse la più importante e famosa della città.

1. Teatro Nazionale Ivan Vazov

Teatro Nazionale Ivan Vazov

Il Teatro Nazionale Ivan Vazov è stato inaugurato nel 1907 ed è oggi uno dei luoghi più amati dai turisti e dai locali. Danneggiato durante la seconda guerra mondiale, il teatro fu ricostruito nel 1945.

Purtroppo può essere visitato solo se si assiste ad uno spettacolo, in ogni caso merita di essere visto dall’esterno per ammirare la splendida opera architettonica, per molti è considerato l’edificio più bello di Sofia.

Di fronte al Teatro c’è un parco, ben curato con al centro una bellissima fontana con una statua che raffigura una ballerina.

2. Palazzo del Parlamento

A 500 metri dal Teatro Nazionale c’è il Palazzo del Parlameto, una struttura dichiarata monumento della cultura, una splendida opera di architettura costruita tra il 1884 e il 1886.

Davanti all’edificio c’è la statua equestre dedicata allo Zar Alessandro II. L’edificio non si può visitare al suo interno, ma merita una visita per ammirare l’esterno e scattare delle foto.

3. Cattedrale di Aleksandr Nevskij

Cattedrale Aleksandr Nevskij

Arriviamo finalmente all’opera religiosa più importante della città: la Cattedrale Aleksandr Nevskij, la più grande chiesa ortodossa del paese.

Dedicata all’eroe russo Nevskij, fu costruita tra il 1898 el 1912. Come altri edifici religiosi della città, anche la Cattedrale è particolarmente impressionante dall’esterno con le grandi cupole dorate.

L’ingresso è gratuito, si paga solamente per fare foto o video. Solo la visita della cattedrale vale il viaggio a Sofia, attrazione imperdibile!

4. La Galleria d’Arte: Kvadrat 500

Galleria Arte Kvadrat 500

Ci sono varie sedi del National Gallery di Sofia, vi consiglio il Kvadrat 500, un nuovo edificio inaugurato il 25 maggio del 2015, dove si trovano circa 2.000 opere dei più importanti artisti bulgari e internazionali, dall’ottocento a oggi.

Anche se non ci sono nomi altisonanti come a Louvre, merita comunque di essere visitato, soprattutto per conoscere i maggiori esponenti dell’arte bulgara.

Il museo è aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00, l’ingresso costa 10 Lev.

5. Chiesa di Sveta Sofia

In zona Cattedrale, praticamente nella stessa piazza, c’è un’altra chiesa che merita di essere vista: Sveta Sofia.

Dopo la rotonda di San Giorgio, è la chiesa più antica di Sofia, fu costruita nel IV secolo sopra le rovine di altre chiese risalenti all’epoca dell’impero romano, i cui resti antichi si possono vedere visitando la cripta (3 €). Rispetto ad altre chiesa, questa è più carina all’interno rispetto all’esterno.

6. Chiesa russa di San Nicola

chiesa russa san nicola

La Chiesa Russa di San Nicola, patrimonio dell’UNESCO, fu costruita nei primi decenni del 900 sulle rovine della Moschea Saray, distrutta dopo la liberazione della Bulgaria dai Turchi.

L’esterno è ciò che più colpisce con le sue 5 cupole dorate, l’interno è un po’ piccolo ma gradevole. L’ingresso è gratuito ed è possibile visitarla tutti i giorni dalle 7:30 alle 18:00.

È possibile scrivere dei bigliettini al santo con i desideri o le preghiere e lasciarli all’interno di un’urna, nella speranza che si avverino.

7. Il Museo Archeologico Nazionale di Sofia

Altro Museo che merita di essere visto è il museo Archeologico Nazionale, si trova nell’edificio che una volta era la più grande moschea della città.

Si tratta di un piccolo museo ma con una grande quantità di reperti storici dalla preistoria fino all’antica Grecia. Il costo del biglietto è di 10 Lev.

8. Chiesa Sveti Sedmochislenitsi

La chiesa dei sette santi è qualcosa di meraviglioso, a mio avviso una delle più belle di Sofia. È una ex moschea convertita in seguito in chiesa ortodossa.

Bellissima all’esterno, assolutamente da ammirare e fotografare, ma merita anche l’interno, ben decorato e illuminato. Anche qui ingresso gratuito, si paga solo per fotografare.

Se ami andare in bicicletta potresti partecipare ad un tour guidato di Sofia in bicicletta.

Itinerario Sofia giorno 3

Dopo aver esplorato il centro di Sofia e le sue meraviglie, il terzo giorno potete dedicarlo per scoprire i dintorni della città e in particolare la zona del monte Vitosha, ricca attrazioni e percorsi di trekking.

1. Monumento Armata Rossa

monumento armata rossa sofia

Prima di partire per esplorare i dintorni di sofia, potreste visitare uno dei monumenti più importanti di Sofia: L’obelisco dell’Armata Rossa, dedicato all’esercito russo che liberò il paese dai nazisti.

Se volete scoprire qualcosa in più sul regime comunista sotto il quale la Bulgaria ha vissuto per anni potete partecipare ad un tour a piedi sulle tracce del Comunismo.

2. Museo Storico Nazionale

Nella periferia di Sofia, ai piedi del monte Vitosha e all’interno del parco di Boyana c’è questo museo poco conosciuto ma che consiglio di visitare. Imponente l’edificio in stile sovietico, all’interno c’è una quantità incredibile di reperti storici.

Una visita perfetta per conoscere la storia del paese, partendo dalla preistoria fino alla seconda guerra mondiale. Le opere sono esposte su più piani, il museo è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 17:30, il sabato e la domenica dalle 9:30 alle 17:00. L’ingresso ha un costo di 10 Lev.

3. Chiesa di Boyana

Sempre all’interno del bel parco di Boyana c’è l’imperdibile chiesa di Boyana, patrimonio dell’umanità dal 1979. La posizione è qualcosa di incredibile, all’interno troviamo affreschi ben conservati risalenti al XIII secolo.

L’ingresso ha un costo di 10 Lev e permette di visitare la chiesa per un massimo di 10 minuti, per preservare il sito e mantenere i dipinti in buone condizioni. Per lo stesso motivo non è possibile scattare fotografie.

Se avete tempo potreste anche fare una passeggiata verso le Cascate di Boyana, circa 50 minuti di cammino dalla chiesa.

Partecipa ad un Tour Guidato di mezza giornata: Sofia, Chiesa di Boyana e Museo di storia

4. Monastero di Rila

Monastero di Rila

Situato in un luogo magico incastonato tra le montagne, il Monastero di Rila, patrimonio dell’Unesco dal 1983, è uno dei posti che non potete perdervi durante un viaggio in Bulgaria.

Parliamo di un monumento storico di oltre 1.000 anni, il più grande monastero di tutto il paese. Bellissimo l’edificio e l’ambiente che lo circonda, una vera e propria oasi di pace e tranquillità.

Si trova a circa 2 ore da Sofia, è possibile anche partecipare a comodi tour organizzati che comprendono anche la Chiesa di Boyana e il Museo di Storia.

Altri Articoli che potrebbero piacerti

LASCIA UN COMMENTO

Usiamo i cookies per farti vivere il sito internet al meglio Accetto Cookie Policy