Home Lavorare Online Come Diventare Nomade Digitale

Come Diventare Nomade Digitale

by Marco Adriani

Negli ultimi anni si parla spesso del “Nomade Digitale”, che nell’immaginario collettivo significa viaggiare per il mondo, lavorare su una spiaggia tropicale e guadagnare tanti soldi. Insomma il lavoro dei sogni.

Questo è ciò che spesso vediamo sui social media, persone in spiaggia o in piscina con il portatile e magari un bel cocktail.

Ma la realtà non è sempre così, diventare nomade digitale richiede impegno e dedizione.

Non si tratta semplicemente di un lavoro ma di un vero e proprio stile di vita, lavorare da remoto ci consente di vivere in qualsiasi parte del mondo ed è questa la parte che più amo del nomadismo digitale.

La cosa bella è che diventare nomade digitale non è così difficile, ognuno ha le sue competenze e tutti possono avviare una carriera online.

In questa guida vedremo come diventare nomade digitale, grazie alla mia esperienza condividerò con voi tutti i consigli per lavorare da remoto e allo stesso tempo viaggiare per il mondo.

Chi Sono i Nomadi Digitali

cos'è un nomade digitale

Purtroppo, da un lato la disinformazione dall’altro i social media, hanno generato un’immagine del nomade digitale stereotipata, ossia quella del giovane viaggiatore che lascia il lavoro a tempo indeterminato per viaggiare e crearsi una libertà finanziaria.

Ma nella realtà non è esattamente così, il nomade digitale è semplicemente colui che grazie alle tecnologie digitali può lavorare online e da qualsiasi parte del mondo.

Fondamentalmente le caratteristiche principali del nomadismo digitale sono due:

  • Lavorare on line
  • Non avere una sede fissa

 Il nomade digitale può quindi essere un freelancer, un imprenditore o un dipendente, non ci sono particolari requisiti e non ci sono limiti di età.

Come Diventare Nomade Digitale

diventare nomadi digitali

Esistono tanti tipi di nomadi digitali, alcuni viaggiano continuamente altri hanno una base fissa ma trascorrono alcuni mesi all’estero (generalmente durante l’inverno). Ma la caratteristica comune è che tutti lavorano da remoto.

Quindi per poter diventare nomade digitale avete bisogno di un lavoro che potete svolgere online, di un computer portatile e di una connessione internet.

Per quanto riguarda il lavoro da remoto avete 3 possibilità:

  • lavorare come dipendente
  • lavorare come freelance
  • avviare un business on line

A prescindere da quale delle tre strategie sceglierete sarà importante per prima cosa definire le vostre competenze. Valutate cosa potete offrire, quali sono le vostre passioni e se le vostre abilità possono beneficiare le altre persone.

Diventare Nomade Digitale: Le competenze

competenze nomade digitale

Per prima cosa dovrete essere in grado di utilizzare un computer, ma fortunatamente si tratta di una competenza che oggi hanno in molti.

Nella mia esperienza da nomade digitale ho notato che la professione più in voga tra i nomadi digitali è sicuramente il programmatore e sviluppatore di software, ma ci sono tantissimi metodi interessanti per lavorare e guadagnare online.

Professioni come il copywriter, il social media manager, il traduttore, l’insegnante di lingue, il consulente SEO, il blogger, ma anche l’avvocato o il commercialista, l’importante è poter lavorare da casa.

Dovrete solo decidere se lavorare come freelance, collaborare con aziende o aprire una propria attività.

Tenete anche presente che se decidete di vivere in alcuni paesi come la Thailandia, il Vietnam o l’Indonesia non sarà necessario guadagnare cifre esagerate, visto il costo basso della vita.

Il consiglio che vi voglio dare è di cercare di creare il vostro lavoro e di generare una rendita prima di partire.  Pensate alle vostre abilità, aggiornatevi, seguite corsi formativi, testate il vostro progetto e costruite un business di successo.

Consigli Per Diventare Nomadi Digitali

consigli per essere nomade digitale

Nomade Digitale: Dove Andare

destinazioni nomadi digitali

Una volta che avete avviato la vostra attività o avete trovato un lavoro online che vi garantisce una rendita fissa, siete pronti a partire.

Adesso però dovete decidere la destinazione, le possibilità sono tantissime ma bisogna studiare con attenzione le varie mete analizzando vari fattori.

In primo luogo, la cosa più importante, la velocità della connessione internet. A seconda del vostro lavoro avrete bisogno di una connessione più o meno veloce, ma di base per un nomade digitale è importante che sia stabile e non troppo lenta.

Ad esempio la Thailandia generalmente offre una connessione piuttosto veloce, in particolare Chiang Mai è considerata la patria dei nomadi digitali.

Al contrario nelle Filippine specialmente nelle isole più remote internet è piuttosto lento e a volte si fa fatica anche solamente a controllare la posta elettronica.

In ogni caso potete sfruttare il sito Nomadlist.com per trovare la destinazione migliore. Ogni paese viene classificato in base ai vari parametri.

Consiglio: all’inizio la cosa migliore è scegliere destinazioni non troppo distanti, più comode per iniziare l’avventura da Nomade Digitale. Rimanendo in Europa sarà più facile gestire aspetti quali la gestione dei soldi o la sanità. Io per esempio ho iniziato partendo per le Canarie dove mi sono fermato per alcuni mesi.

Digital Nomad: Dove Alloggiare

alloggi per nomadi digitali

Per quanto riguarda la scelta dell’alloggio ci sono tante opzioni, dipende molto dalla destinazione e da quanto tempo pensate di fermarvi.

Per periodi brevi, diciamo meno di un mese potete cercare un alloggio online tramite siti come Airbnb o Booking.

Consiglio anche di iscrivervi ai gruppi facebook dove vengono pubblicati annunci sugli affitti. Solitamente trovate il nome della destinazione più “property” o “accommodation” .

Inoltre ci sono anche i gruppi di nomadi digitali per ogni località, ad esempio “Bali Digital Nomads”.

Se però decidete di fermarvi per vari mesi allora sarebbe meglio cercare direttamente sul posto, spesso si trovano ottime occasioni soprattutto parlando con la gente del luogo.

Un’altra soluzione sono i Coliving, ovvero delle strutture messe a disposizione dai coworking, dove potrete affittare camere o appartamenti in condivisione con altri nomadi digitali. Una buona scelta soprattutto per chi viaggia da solo o per chi è alle prime esperienze da digital nomad. Di solito ci sono pacchetti di minimo 1 mese che includono una postazione di lavoro, l’alloggio e i pasti.

Dovrete decidere anche se preferire un appartamento con cucina o una camera d’albergo. Anche in questo caso la scelta dipende molto dal paese e dalla durata del soggiorno. Ad esempio se viaggiate in Asia tenete presente che mangiare fuori costa veramente poco e spesso è più vantaggioso che fare la spesa e doversi cucinare.

Dove Lavorare

coworking nomadi digitali

Questo è l’aspetto più importante, dato che come abbiamo visto il nomade digitale non è colui che non fa nulla e sta tutto il giorno in spiaggia, ma al contrario lavora e in alcuni casi potrebbe avere delle particolari esigenze.

Le opzioni sono principalmente due:

  • Lavorare da casa
  • Lavorare nei Coworking (spazi comuni che offrono una postazione di lavoro e la connessione internet)

La cosa fondamentale è avere una connessione internet stabile e veloce, cosa che generalmente nei coworking è garantita mentre a casa non sempre riuscirete a trovare una buona connessione.

Il vantaggio di lavorare nei coworking è soprattutto sociale, avrete la possibilità di conoscere altri nomadi digitali, fare networking ma soprattutto fare amicizie con persone che provengono da ogni parte del mondo.

Generalmente i coworking offrono una postazione di lavoro e delle sale per svolgere chiamate o conferenze online.

Io personalmente mi trovo molto bene a lavorare nei coworking, trovo che sia più produttivo rispetto a stare a casa. Tenete presente che è un costo in più, quindi valutate anche in base al budget.

Se scegliete di lavorare da casa assicuratevi che la connessione a internet sia sufficientemente veloce e stabile, chiedete direttamente alla struttura e leggete le recensioni. Spesso su Airbnb viene indicata proprio la velocità della connessione.

In realtà ci sarebbe una terza opzione, cioè lavorare negli internet caffè ma a mio avviso può essere un’alternativa solo per qualche giorno e non per lunghi periodi.

Documenti Necessari

I documenti che vi servono per raggiungere un determinato paese dipendono dalla destinazione.

 Solitamente vi occorre:

    • Visto di ingresso
    • Passaporto
    • Patente Di Guida
    • Assicurazione Di Viaggio

Per quanto riguarda l’assicurazione consiglio World Nomads, realizzata proprio per i nomadi digitali.

Volo di Uscita: alcuni paesi potrebbero chiedervi la prova di uscita, ovvero un biglietto di ritorno o verso un atro paese. E’ il caso ad esempio della Thailandia o delle Filippine, che non vi faranno entrare senza la cosiddetta “prova di uscita”.

Per saperne di più leggete l’articolo: partire con volo di solo andata.

Nomade Digitale: Pro e Contro

Come ogni cosa anche il nomadismo digitale ha i suoi vantaggi e svantaggi. Vediamo quindi perché scegliere di diventare Nomade Digitale:

Svantaggi Nomade Digitale

Viaggiare per il mondo è la cosa più bella in assoluto, ricordatevi però che sarete sempre vincolati al vostro lavoro, non è come prendersi un anno sabatico e soprattutto non significa stare perennemente in vacanza, ma sicuramente dà delle libertà in più.

Vantaggi del Nomade Digitale

Maggiore qualità della Vita: se si scelgono destinazioni con un costo della vita più basso (come il sud est asiatico) non sarete costretti a generare profitti altissimi.

Business Indipendente: non dovrete recarvi ogni giorno in ufficio ma sarete voi a scegliere dove lavorare.

Girare il Mondo: è sicuramente l’aspetto più bello del Nomade Digitale, la possibilità di vivere ovunque e viaggiare per il mondo.

Considerazioni finali

In questo articolo ho voluto spiegarvi meglio cosa significa essere nomade digitale. Se è quello che volete, preparatevi a rivoluzionare la vostra vita, a lavorare duramente, se necessario, ma una volta raggiunto il vostro obiettivo, ne sarà davvero valsa la pena.

Ricapitolando queste le fasi per diventare Nomade Digitale:

  • Trovate un lavoro che potete svolgere da remoto;
  • Avviate la vostra professione prima di partire;
  • Frequentate i coworking e iscrivetevi alle community di nomadi digitali;
  • Trovate la destinazione ideale.

Adesso siete pronti per vivere la vita dei sogni!

Parola di Nomade Digitale.

Altri Articoli che potrebbero piacerti

2 comments

Perla Aprile 27, 2020 - 11:44 am

Grazie! Bellissimo articolo e molto utile

Reply
Marco Adriani Aprile 28, 2020 - 3:18 am

Grazie Perla, sono contento che la guida ti sia piaciuta. Se ti interessa l’argomento continua a seguirmi, farò altri articoli dedicati al lavoro online.
Un saluto
Marco

Reply

LASCIA UN COMMENTO