Home Guide di Viaggio Partire Con Volo Di Solo Andata

Partire Con Volo Di Solo Andata

by Marco Adriani

Se state organizzando un viaggio intercontinentale con un volo di solo andata, potreste avere dei problemi. Questo perché alcuni paesi e la maggior parte delle compagnie aeree richiedono una biglietto aereo di ritorno come prova di uscita dal paese.

L’ho scoperto per la prima volta quando alla frontiera tra il Costa Rica e il Panamà  dei ragazzi non hanno potuto passare il confine proprio perché sprovvisti di biglietto di ritorno.

In questa guida vediamo come partire senza il biglietto di ritorno in tutta sicurezza  e senza dover pianificare ogni spostamento in anticipo.

VIAGGIO SENZA BIGLIETTO DI RITORNO

Noleggia un biglietto aereo per 48 ore!

Clicca qui e preparati a partire

Partire con Volo di sola andata: è possibile?

Spesso quando si organizza un viaggio, specialmente per periodi lunghi, è preferibile creare un itinerario flessibile e non fissare da subito la data di rientro così da decidere le varie tappe durante il viaggio.

Magari pensate di fare un viaggio in Asia e di visitare più paesi ma non sapete ancora quando tornare e non volete acquistare un biglietto di andata e ritorno. Oppure, semplicemente conoscete la data di partenza ma non la data di ritorno.

Il problema però è che così facendo rischiate di non partire proprio, perché come dicevo è obbligatorio avere un biglietto aereo di uscita.

Ho letto in diversi forum pareri contrastanti, chi dice che non è obbligatorio, che tanto non te lo chiedono, ma la realtà dei fatti è che ci sono delle leggi da rispettare e se vi presentate in aeroporto senza il biglietto di ritorno non vi fanno partire.

Sono ormai alcuni anni che parto verso la Thailandia con volo di solo andata mi hanno sempre chiesto di mostrare il biglietto aereo di uscita dal paese.

Per cui, se come me acquistate un volo di solo andata è obbligatorio avere la “prova di uscita”.

Partire senza Biglietto di Ritorno: Cos’è la Prova di Uscita

I governi di diversi stati per assicurarsi che non rimarrete nel paese oltre la scadenza del visto chiedono a tutti i viaggiatori una “prova di uscita” ovvero un biglietto aereo di ritorno o verso altre destinazioni che dimostri che lascerete il paese entro la scadenza del visto.

La prova di uscita serve sia se dovete richiede un visto prima della partenza on line o presso le ambasciate, sia se otterrete il visto gratuito direttamente all’arrivo.

E’ un modo per cercare di prevenire l’immigrazione clandestina, ma che potrebbe ostacolare i vostri piani di viaggio!

Chi chiede la Prova di Uscita?

Generalmente la prova di uscita viene chiesta al banco del check-in. Le compagnie aeree infatti sono ritenute responsabili dal governo del paese di destinazione e devono assicurarsi che chi viaggia sia in possesso di tutti i documenti richiesti, in modo che non ci siano problemi una volta arrivati alla frontiera.

Per questo la maggior parte delle compagnie aeree sono molto fiscali e rigide, ciò significa che senza un biglietto di ritorno non salirete a bordo dell’aereo!

Nel migliore dei casi potrebbero farvi comprare un biglietto di ritorno direttamente da loro a costi però molto elevati!

Solitamente all’arrivo non controllano se avete il volo di ritorno, ma potrebbero chiedervelo durante il controllo dei passaporti, dipende sempre dagli uffici di immigrazione di ogni paese.

Per fortuna è possibile viaggiare a lungo termine senza piani e senza pianificare da subito tutto il viaggio, grazie ad alcuni modi semplici e del tutto legali.

Come Ottenere la Prova di Uscita

Se non viaggiate con biglietto aereo di andata e ritorno per non avere problemi e partire in tutta sicurezza avete alcune alternative.

1. Biglietto Rimborsabile

Potete acquistare un biglietto di ritorno o un volo verso qualsiasi destinazione completamente rimborsabile.

Una volta che avete raggiunto la vostra meta annullate il biglietto. Il problema è che spesso questi biglietti sono molto costosi, dovete anticipare i soldi e aspettare di ricevere il rimborso. La cosa importante è accettarsi che non ci siano spese di cancellazione e che il rimborso non sia un voucher o un buono spesa.

2. Biglietto aereo a noleggio.

Questa è la soluzione migliore, un biglietto aereo che dura 48 ore! Il servizio che utilizzo io si chiama OnwardTicket.com.

Vi spiego in poche parole come funziona, in pratica è possibile acquistare un vero biglietto aereo che dopo 48 ore si cancella in automatico, al solo costo di 12 $.

Basta inserire la data di partenza che deve essere precedente alla scadenza del visto. Digitate poi il punto partenza, ovvero un qualsiasi aeroporto del paese in cui vi recate e l’aeroporto di arrivo a vostra scelta. Inserite poi nome e cognome dei passeggeri, pagate e il gioco è fatto!

Entro 2 minuti ricevete il vostro biglietto aereo.

Calcolando che il biglietto dura 48 ore, dovete comprarlo il giorno prima della partenza o poche ore prima a seconda di quanto dura il viaggio, l’importante è che arrivate a destinazione entro la scadenza delle 48 ore.

Con solo 1 $ in più potete ricevere via mail un link e attivare la prenotazione quando volete voi.

Vi faccio un semplice esempio: dovete partire per la Thailandia il 10 Agosto senza il biglietto di ritorno.

  1. Acquistate la prova di uscita con partenza da un qualsiasi aeroporto thailandese: Bangkok, Phuket, Krabi ecc;
  2. Scegliete una data di partenza entro la scadenza del visto: ad esempio 02 settembre;
  3. Selezionate una destinazione a scelta: Malesia, Vietnam Indonesia ecc.

Importante: si tratta di un biglietto vero e proprio con tanto di codice di conferma verificabile sul sito della compagnia aerea.

VIDEO TUTORIAL ONWARD TICKET

3. Compra un biglietto Low Cost

Potete anche acquistare un biglietto economico verso una qualsiasi destinazione. Nel nostro esempio di prima potremmo acquistare un biglietto da Bangkok a Kuala Lumpur, ma vi costerebbe sempre di più di 12 $, almeno 50 o 100 €.

4. Acquista un biglietto per autobus o treno

Molti suggeriscono di comprare un biglietto dell’autobus, treno o traghetto, sicuramente più economico di un volo aereo. Il problema è che non tutte le compagnie aeree accettano questa soluzione, sinceramente io non me la rischierei.

5. Biglietti Falsi

Assolutamente sconsiglio di fare biglietti falsi, in questo caso si tratta di una procedura illegale e potreste rischiare grosso.

Quali paesi richiedono una prova?

Sono tanti i paesi che chiedono il biglietto di ritorno obbligatorio, tra questi ci sono sicuramente: Thailandia, Indonesia, Filippine Nuova Zelanda , Regno Unito , Stati Uniti , Brasile , Indonesia , Costa Rica , Perù, Panama, Messico ecc. Calcolate però che a seconda della compagnia aerea potrebbero comunque chiedervi la prova di uscita a prescindere dalla destinazione. Consiglio quindi di fare delle ricerche riguardo al pese in cui vi recate. Se avete dubbi commentate l’articolo cercherò di rispondere a tutte le vostre domande.

Conclusioni

Se preferite viaggiare liberi, senza l’obbligo di decidere prima la data di ritorno o i futuri spostamenti, se siete viaggiatori zaino in spalla o nomadi digitali ricordatevi che adesso c’è una soluzione. Non rischiate di farvi bloccare al banco del check-in e di perdere il volo!

Altri Articoli che potrebbero piacerti

LASCIA UN COMMENTO