Home Viaggi nel MondoTanzania Consigli Viaggio Tanzania e Zanzibar

Consigli Viaggio Tanzania e Zanzibar

by Marco Adriani

Un viaggio in Tanzania è l’ideale per tutti gli amanti della natura; da una parte i parchi naturali dall’altra il meraviglioso mare. I safari in Tanzania sono tra i migliori del mondo e le spiagge bianche dell’arcipelago di Zanzibar non deludono mai.

Ed è proprio questa l’accoppiata vincente per un tour della Tanzania: Safari + Zanzibar.

In questo articolo vediamo nel dettaglio tutti i consigli e le informazioni per organizzare un viaggio in Tanzania, per godervi al meglio e in tutta sicurezza la natura incontaminata delle riserve faunistiche e per rilassarvi al mare, a Zanzibar in particolare.

Tanzania: Consigli e Informazioni

Tanzania quando andare

Quando si pianifica un viaggio in Tanzania è importante valutare il periodo del vostro soggiorno in base al motivo del viaggio, a quali animali volete vedere e a dove volete andare.

La Tanzania ha un clima tropicale con temperature calde durante tutto l’anno. Le stagioni si dividono fra quella secca e quella delle piogge, che durante l’anno si alternano in questo modo:

  • secca breve: da fine Dicembre a fine Marzo.
  • piogge lunga: da fine Marzo a Maggio
  • secca lunga: da Giugno a Novembre.
  • piogge: da Novembre a Dicembre.

In generale i periodi migliori per un viaggio in Tanzania sono i mesi di gennaio e febbraio e poi da giugno a settembre, durante la stagione secca. Ovviamente questi sono anche i mesi più turistici.

Luglio, Agosto e Settembre sono ottimi per avvistare il maggior numero di animali.

Stessa cosa per gennaio e febbraio, mesi in cui si svolge la grande migrazione nella zona meridionale del Serengeti. Come dicevo è fondamentale considerare la zona in base al periodo, per esempio i parchi del sud, come Selous Ruaha sono preferibili da maggio a novembre.

Per un safari fotografico in Tanzania sono invece da evitare i mesi di maggiori rovesci, Marzo e Aprile,  quando alcuni parchi possono essere anche chiusi.

Per una vacanza di mare in Tanzania il periodo migliore è da luglio ad agosto, quando il clima è secco e le temperature non troppo elevate. Anche i mesi di gennaio e febbraio sono indicati per andare al mare in Tanzania, vista la scarsità di piogge e le temperature alte.

Se pensate di abbinare Safari e Mare i mesi migliori sono luglio, agosto e settembre.

Noi siamo stati a Giugno e abbiamo abbinato al parco di Selous qualche giorno a Zanzibar. Devo dire che è andata molto bene il clima era ottimo e non ha mai piovuto. Considerate però che a Zanzibar la stagione inizia ufficialmente a Luglio. I primi di giugno alcuni resort e ristoranti erano ancora chiusi; però si stava benissimo, c’era poca gente e i prezzi erano più bassi.

Costi Viaggio in Tanzania

Organizzare un safari in Tanzania è decisamente costoso, ma affidandovi ad un’agenzia locale risparmierete molto rispetto ai tour operator italiani. Tutto dipende però dall’agenzia e da diversi fattori da considerare, come il costo degli alloggi (che dipende anche dalla posizione del lodge) o se viaggiate in gruppo o individualmente.

Zanzibar invece non è poi così cara. Per le escursioni potrete contrattare con i beach boys o con le agenzie locali e risparmiare rispetto ai tour proposti dagli hotel. Per l’alloggio ci sono diverse opzioni, dai resort più costosi a strutture a prezzi più abbordabili.

Per mangiare non si spende molto né a Zanzibar né in Tanzania, per esempio a Stone Town potrete mangiare con pochi soldi nello street food di Forodhani Gardens.

Una spesa importante è invece quella del volo aereo, ma organizzandosi in tempo è possibile trovare tariffe decisamente vantaggiose.

Tanzania Fai Da Te: Safari + Mare

Come abbiamo visto il costo di un safari in Tanzania è alto, soprattutto se ci si affida ai tour operator italiani che propongono pacchetti completi Zanzibar + i Parchi della Tanzania.

Organizzare un viaggio fai da te in Tanzania è possibile, ma ci vogliono maggiori accortezze rispetto a paesi come Thailandia o Bali.

La cosa migliore da fare è affidarsi alle agenzie locali che vi aiuteranno ad organizzare il safari e a pianificare qualsiasi aspetto del vostro Tour della Tanzania (spostamenti, alloggi e visite guidate).

Noi abbiamo avuto la fortuna di provare l’agenzia locale Tomodachi Tours & Safaris a cui ci siamo affidati per il nostro tour tra la Tanzania e Zanzibar.

Ci siamo trovati molto bene con il manager Joseph e con tutte le persone che collaborano con lui. Ci siamo sempre sentiti al sicuro e ci hanno permesso di vivere un’esperienza indimenticabile. Oltre all’organizzazione del safari Joseph ci ha aiutato anche per pianificare la nostra permanenza a Zanzibar, organizzandoci spostamenti e escursioni, come la visita guidata alla città di Stone Town.

Trovate la Tomadachi Tours anche sul sito della T.A.T.O dove c’è l’elenco delle agenzie autorizzate.

Mare Tanzania: Non solo Zanzibar

Una volta scelto il parco dove vivere l’esperienza del safari non vi resta che cercare il luogo ideale per rilassarvi sulle spiagge della Tanzania e godervi le meravigliose acque cristalline.

La meta più gettonata solitamente è Zanzibar, il posto ideale per un po’ di relax, tra spiagge bianche, mare dai colori indescrivibili e tante escursioni.

In alternativa potrete valutare l’isola di Mafia, consigliata specialmente per gli amanti delle immersioni. Oppure per chi vuole restare sulla terra ferma ci sono alcune zone lungo la costa, come Kigamboni, in periferia di Dar Es Salaam, o Bagamoyo.

Documenti: Visto Tanzania

Per entrare in Tanzania è necessario avere il passaporto con validità residua di  6 mesi dal momento dell’ingresso nel paese e un visto.

E’ possibile richiedere il visto dall’Italia tramite l’ambasciata di Roma o dal Consolato di Milano.

Potete farlo anchedirettamente all’arrivo in Tanzania, nei tre aeroporti principali:Dar Es Salaam, Zanzibar Kilimanjaro; dopo aver compilato il modulo di richiesta, fatte le foto, e prese le impronte, pagherete 50$ (o 50 €) a persona in contanti o con carta di credito, ma tenete presente che a volte può capitare che non funzioni il pos.

Ricordatevi che accettano solamente i dollari non precedenti al 2006.

Se volate con compagnie di linea pagherete il visto solo all’entrata; al contrario se viaggiate con i charter dei tour operator dovrete pagare anche la tassa di uscita, solamente in contanti.

Attenzione: Verificate sempre presso il sito dell’Ambasciata se hanno apportato modifiche per quanto riguarda il discorso visti.

Scheda Telefonica Tanzania

Per rimanere sempre connessi la soluzione migliore è acquistare una sim locale.

Tra le compagnie migliori ci sono Airtel, Vodacom e Zantel (Zanzibar)

Noi abbiamo scelto Vodacom, che è il perfetto compromesso, perché funziona sia in Tanzania che a Zanzibar. Potete fare un piano completo con telefonate e giga per navigare su internet. Oppure per risparmiare è possibile acquistare un piano solo per la connessione dati con 10 giga a circa 15 $.

Abbiamo acquistato la Sim e il piano tariffario direttamente in aeroporto, appena uscite sulla destra travate un centro vodacom, proprio davanti agli sportelli ATM.

Moneta Tanzania: Euro, Dollari O Scellini?

La moneta in corso è lo scellino Tanziano (Tsh), ma sono accettati anche Dollari e Euro.

Ma come conviene pagare? Meglio i Dollari, gli Euro o meglio ritirare agli sportelli bancomat?

Vi spiego nel dettaglio qual è la via più conveniente. La cosa migliore è portare i dollari per pagare hotel, visti ed escursioni. Pagare in euro non conviene, perché non applicano mai cambio; quindi se dovete pagare 50$ paghereste 50€.

Per quanto riguarda invece i ristoranti e le piccole spese è preferibile utilizzare gli scellini. Per ottenere gli scellini conviene cambiare gli euro, oppure è possibile ritirare direttamente agli sportelli bancomat, ma tenete presente che c’è una commissione di quasi 4 €, più quella che eventualmente vi applica la vostra banca. Considerate che si può ritirare massimo 400.000 Tsh  alla volta per un totale di 1.000.000 Tsh al giorno. Tenete anche presente che non dappertutto troverete sportelli ATM, ad esempio a Nungwi , al nord di Zanzibar, non ci sono.

In alcuni hotel e resort è possibile pagare anche con carta di credito ma le commissioni sono alte, circa il 10/15 %.

Presa Elettrica

La presa elettrica è di tipo inglese a 3 ingressi. A Zanzibar alcuni hotel a gestione italiana hanno le nostre prese o forniscono l’adattatore. Per cui contattate la struttura dove alloggerete, o se prevedete più tappe tra la Tanzania e Zanzibar portatevi un adattatore universale.

Fuso Orario

Il fuso orario della Tanzania è 2 ore in avanti rispetto all’Italia e solamente 1 ora quando nel nostro paese vige l’ora legale.

Conclusioni

In questo articolo ho cercato di inserire i principali consigli per pianificare un viaggio tra i Parchi della Tanzania e l’isola di Zanzibar, spero che vi siano stati utili ma se avete bisogno di maggiori informazioni potete commentare il post o scrivermi in privato all’indirizzo mail: info@menevojoanna.it

Di seguito trovate il video che abbiamo pubblicato sul canale Youtube, sul nostro viaggio tra la Tanzania e Zanzibar:

Viaggio in Tanzania? Parti con La Guida Giusta

Una guida dettagliata con illustrazioni, itinerari consigliati, mappe e tante informazioni per organizzare un viaggio in Tanzania.
Non partire senza Lonely Planet!

Altri Articoli che potrebbero piacerti

LASCIA UN COMMENTO