Home Viaggi nel MondoViaggi Filippine Consigli per Organizzare un Viaggio nelle Filippine

Consigli per Organizzare un Viaggio nelle Filippine

by Marco Adriani

Dopo tanti anni sono riuscito a realizzare il sogno di andare nelle Filippine, un paese ancora poco battuto dal turismo di massa ma ricco di posti meravigliosi: spiagge paradisiache, alcune delle isole più belle al mondo e tante cose da fare.

Proprio per questo negli ultimi tempi sta diventando una meta particolarmente ambita da chi cerca un posto incontaminato e tutto da scoprire.

Visto che ancora non si trovano molte informazioni su questo meraviglioso arcipelago, in questo articolo ho raccolto tutti i consigli per organizzare un viaggio fai da te nelle Filippine.

Prima di partire per le Filippine è importante conoscere ogni aspetto del paese, anche solamente per capire se è la meta giusta per le vostre vacanze.

Non è stato facile reperire le informazioni sul web, ho dovuto leggere tantissime discussioni sui forum e consultare anche diverse guide e blog in inglese.

Alla fine però ho organizzato un bellissimo viaggio, ho scelto il periodo giusto per apprezzare ancora di più il paese e ho individuato quali potevano essere le isole migliori per me.

In questa guida di viaggio sulle Filippine condivido con voi, sulla base alla mia esperienza, tutte le informazioni pratiche per pianificare il viaggio e per godervi in tutta sicurezza il soggiorno.

Vedremo quando andare nelle Filippine, dove si trovano, come spostarsi, dove alloggiare, quale isola scegliere, cosa fare e vedere nelle Filippine, come creare l’itinerario di viaggio, ecc.

Insomma una guida super completa che vi permetterà di pianificare la vacanza perfetta nelle Filippine, senza perdere tempo in mille letture.

Consigli Viaggio Fai Da Te Filippine

Filippine dove si trovano

Le Filippine sono un arcipelago situato nell’Oceano Pacifico tra l’isola di Taiwan e l’Indonesia.

Come raggiungere le Filippine? Aeroporti Filippine

Le Filippine si raggiungono solamente via aereo. Gli aeroporti principali e i punti di ingresso nel paese sono Manila e Cebu City. Al momento non ci sono voli diretti tra l’Italia e le Filippine e la durata del viaggio è generalmente di circa 15 ore.

Le Filippine sono però collegate con voli low cost che partono da diverse città del sud est asiatico. Ad esempio una soluzione molto gettonata è quella di fare uno stopover ad Hong Kong, visitare la città e, dopo qualche giorno, raggiungere con volo diretto l’arcipelago filippino.

Quanti Giorni Stare nelle Filippine

Un arcipelago composto da tantissime isole richiede sicuramente un po’ di tempo, anche se non sarà possibile visitarlo tutto.

Quanto tempo dedicare ad un viaggio nelle filippine dipende da cosa si vuole fare e vedere.

Considerando però le tante ore di volo, almeno 15 ore dall’Italia, consiglio un minimo di 2 settimane per ammortizzare il viaggio e godersi il più possibile il paese.

Se avete meno giorni e proprio non volete rinunciare a un viaggio nelle Filippine, dovete limitare gli spostamenti e visitare un massimo di 2 isole. Ancora meglio potreste dedicarvi ad una sola, ad esempio Palawan.

Tenete presente che nelle Filippine, gli spostamenti sono abbastanza complessi e non sempre i servizi sono efficienti.

Filippine quando andare

Una domanda che si fanno tutti i turisti che decidono di raggiungere il paese riguarda il periodo migliore per andare nelle Filippine. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sulla situazione.

Il clima delle Filippine è tropicale con temperature medie sui 27 °C e caratterizzato da una stagione umida da maggio a ottobre e una stagione secca da novembre ad aprile.

L’arcipelago delle Filippine, durante la stagione umida è spesso soggetto a tifoni e tempeste tropicali, in particolare tra giugno e ottobre.

In realtà, come ovunque nel mondo, anche nelle Filippine il clima sta cambiando ed è sempre più imprevedibile. Infatti negli ultimi anni anche i mesi di dicembre e gennaio, al contrario di quello che si dice, sono soggetti a piogge e sono a rischio.

Per cui, il periodo migliore per visitare le Filippine è sicuramente tra metà febbraio ed aprile.

Ma quindi nel periodo delle piogge è proprio impossibile visitare le Filippine? Piove sempre?

Non è detto che piova sempre ed è possibile visitare l’arcipelago anche in questo periodo, però bisogna essere coscienti che può piovere molto e che si è a rischio tifoni, ma potrebbe capitare anche di trovare giornate soleggiate e poca pioggia.

Se proprio non avete altre possibilità potete anche partire, l’importante è sapere quale può essere la situazione.

Se viaggiate durante la stagione umida, vi consiglio di monitorare sempre la situazione metereologica e creare un itinerario flessibile, che vi permetta di cambiare in corsa e in caso di tempeste spostarvi in altre zone.

Fuso orario filippine

Le Filippine sono 7 ore in avanti rispetto all’Italia. Quindi se in Italia sono le 13,00 nelle Filippine saranno le 20,00

Bisogna però tenere in considerazione che le Filippine non utilizzano l’ora legale. Per cui quando in Italia vige l’ora legale la differenza è di +6 ore.

Cambio o Bancomat: Come pagare nelle Filippine?

La valuta ufficiale delle Filippine è il peso filippino (PHP).

Un altro dubbio che affligge la maggior parte dei turisti che si appresta ad organizzare un viaggio nelle Filippine, riguarda la gestione dei soldi: cambio o prelievo agli sportelli bancomat.

Gli uffici di cambio sono presenti nelle principali località turistiche dell’arcipelago asiatico. Una buona soluzione sarebbe quella di partire con una sufficiente quantità di euro in contanti e cambiarli sul posto.

Va però detto che in determinate isole il cambio può essere molto sfavorevole, per cui è preferibile cambiare gli euro nelle grandi città, come Manila o Cebu City.

La cosa migliore è quella di cambiare direttamente a Manila, se fate scalo nella capitale filippina, qui il cambio è solitamente il migliore. Al contrario di altri paesi potete cambiare anche in aeroporto e il cambio sarà sicuramente più favorevole rispetto ad altri posti, come Palawan o Coron, o rispetto a isole minori.

In alternativa al cambio c’è la possibilità di ritirare la moneta locale presso gli sportelli bancomat. Bisogno però fare delle considerazioni:

  • Le banche filippine hanno una commissione di circa 4 euro per ogni prelievo. La maggior parte delle banche permette di ritirare un massimo di 10.000 peso, circa 170 €. Solo alcune filiali, come HSBC, hanno un limite massimo di 40.000 Peso.
  • Oltre alla tassa della banca filippina dovete considerare anche l’eventuale commissione della vostra banca.
  • A parte le grandi città, non è sempre facile trovare sportelli bancomat funzionanti e che accettano tutte le carte internazionali. Solitamente sono presenti nelle isole più famose, ma potrebbe essercene solamente uno e con poca disponibilità.

Consiglio di utilizzare gli ATM ufficiali delle banche, sono quelli più sicuri.

I pagamenti con carta di credito generalmente non sono convenienti, spesso le commissione applicate possono arrivare fino al 10 %.

La cosa migliore come suggerisco sempre è avere più alternative, contanti e bancomat, ancora meglio se di diversi circuiti.

Internet nelle Filippine

Le due principali compagnie telefoniche delle Filippine sono Smart e Globe. Potrete acquistare la Sim Card direttamente all’aeroporto di Manila o di Cebu. Come costi sono abbastanza simili. Leggendo le varie recensioni, ho deciso di acquistare una Sim Card Globe con piano solo internet con 8 giga per 15 giorni.

Calcolando che in generale la connessione nelle Filippine non è delle migliori, mi sono trovato abbastanza bene.

L’ho utilizzato prevalentemente per chiamare con WhatsApp, per gestire i social network e per la posta elettronica.

Nelle città più grandi la copertura internet è migliore ed è disponibile il 4g. Anche la connessione wifi non è velocissima e non sempre funzionante.

Importante: ricordatevi che se decidete di acquistare una Sim Card locale, il vostro telefono deve essere “sbloccato”, ovvero l’utilizzo non deve essere vincolato ad un determinato gestore.

Vaccinazioni

Per entrare nelle Filippine non ci sono vaccinazioni obbligatorie, tranne quella per la Febbre Gialla per tutti coloro che arrivano da paesi a rischio trasmissione o che abbiano transitato in un aeroporto di tale paese.

Alcune aeree del paese sono particolarmente a rischio malaria, in particolare tutta la zono sud di Palawan, diciamo sotto Puerto Princesa, e alcune isole del Mindanao.

In ogni caso consiglio di informarvi presso gli uffici “Viaggiatori dell’ASL” o chiedere al vostro medico, per conoscere quali vaccinazioni sono consigliate.

Vi suggerisco anche di partire con una buona assicurazione sanitaria: Vedi Columbus.

Visto Ingresso Filippine

Per entrare nelle Filippine non è necessario fare nessun visto per soggiorni turistici di massimo 30 giorni e non ci sono tasse da pagare all’uscita dal paese.

Importante: dovrete però avere un volo di ritorno o comunque un volo che attesti l’uscita dal paese entro i 30 giorni. Altrimenti vi verrà negato l’imbarco e non potrete partire.

Dove Alloggiare nelle Filippine

In fase di pianificazione dell’itinerario è importante scegliere le migliori strutture dove alloggiare. Specialmente se partite in periodi di alta stagione vi consiglio di selezionare preventivamente gli alloggi, rischiereste di non trovare gli hotel migliori e dall’ottimo rapporto qualità-prezzo.

La cosa ideale sarebbe quella di prenotare le strutture con politiche di cancellazioni flessibili, così da poter cambiare eventualmente in corsa il vostro itinerario. Se vi affidate a siti come booking, generalmente potrete pagare direttamente con carta senza aggiunta di commissioni, così da evitare di portare troppi contanti.

Spostamenti nelle Filippine

Quello degli spostamenti è forse l’argomento più delicato, infatti non è semplicissimo muoversi tra le varie isole e bisogna tenere in considerazione possibili ritardi e perdite di tempo.

Vediamo quindi come ci si sposta nelle Filippine, fra le varie isole e nelle isole stesse.

Per visitare le Filippine e spostarsi da un’isola all’atra le soluzioni sono 2: aereo o traghetto.

Voli: le principali compagnie che collegano le isole dell’arcipelago sono Air Asia, Cebu Pacific e Philippines Airlines. Girare le filippine in aereo non è così costoso ed è la soluzione migliore per spostamenti più lunghi e se avete poco tempo a disposizione.

Soprattutto se dovete prendere due voli in un giorno, tenete presente che spesso ci possono essere ritardi o cancellazioni, specialmente con Cebu Pacific.

Avevo letto diverse recensioni di persone che si lamentavano dei continui ritardi, purtroppo lo posso confermare, l’unico volo che ho preso con Cebu è partito in ritardo e ho perso il successivo. Fortunatamente avevo acquistato un unico biglietto e mi hanno riprotetto sul volo successivo. Secondo me Air Asia è più efficiente e infatti l’ho utilizzata per gli altri voli.

Considerate che per i voli low cost la tariffa standard generalmente non include il bagaglio in stiva, dovrete quindi aggiungere il costo del bagaglio in fase di prenotazione.

Importante: se vi dovete spostare a Manila dal Terminal 1 (voli internazionali) al Terminal 4 e state con i tempi stretti vi conviene prendere un taxi. Lo shuttle bus “dovrebbe” passare ogni 15 minuti, in realtà per via del traffico intenso il servizio non è proprio affidabile e rischiate di perdere il volo.

Traghetti: sono la soluzione migliore per spostarsi fra le varie isole per tratte non troppo lunghe. E’ possibile acquistare i biglietti presso agenzie o come abbiamo fatto noi direttamente al porto. Tenete presente che per alcuni spostamenti (Cebu-Bantayan) è possibile acquistare il biglietto autobus + traghetto. E’ una soluzione molto comoda perché potrete lasciare i vostri bagagli direttamente sul bus che sale direttamente sulla nave.

Per spostarsi all’interno delle isole ci sono diverse soluzioni:

Autobus: è ovviamente la soluzione più economica per percorrere tragitti medio-lunghi. La compagnia principale è la Ceres Bus. Consiglio di prender i bus con aria condizionata, il prezzo tanto è quasi uguale. Come dicevo prima per spostarsi da un’isola all’altra i bus vengono imbarcati sul traghetto.

Taxi o Auto Private: è certamente l’opzione più comoda per percorrere diversi chilometri specialmente se avete poco tempo a disposizione o se venite da un lungo viaggio internazionale.

Però è anche il modo più costoso, ad esempio per spostarsi dall’aeroporto di Cebu a Moalboal calcolate circa 3.000 peso (50,00 €). I taxi possono essere comodi anche per brevi spostamenti nelle grandi città, assicuratevi però che sia acceso il tassametro (meter in inglese).

In alternativa potete sempre noleggiare un’auto, per essere più indipendenti con gli spostamenti.

Tricycle: sono praticamente i tuk tuk filippini e sono il mezzo migliore per brevi spostamenti nelle piccole città o per esempio per andare dal porto alla struttura ricettiva.

Jeepney: non sono altro che i caratteristici e coloratissimi mini bus, molto economici per spostarsi nelle piccole località o nelle aree urbane.

Scooter: è il mezzo che ho preferito. Ideale per giarare le isole in autonomia e per visitare le spiagge più belle e le varie attrazioni. Nelle principali isole ci sono diversi noleggiatori, io solitamente preferisco affidarmi agli hotel dove alloggio, il prezzo all’incirca è sempre lo stesso.

Potete anche noleggiare lo scooter con driver (taxi-scooter), servizio molto utilizzato in isole più piccole, come Malapascua, dove ci si perde facilmente.

Viaggio filippine cosa vedere

Le Filippine sono un arcipelago composto da più di 7.000 isole. L’attrazione principale sono le splendide isole e le spiagge tropicali. Ma le Filippine offrono anche tante escursioni nella natura e parchi nazionali.

Vediamo di seguito alcune delle cose imperdibile delle Filippine:

  • Palawan e il fiume sotteraneo di Puerto Princesa
  • El Nido
  • Coron
  • Borocay
  • Le Choccolate Hills dell’isola di Bohol
  • Il santuario del Tarsio a Bohol
  • Le risaie a terrazza di Banaue nel nord di Luzon
  • La città di Vigan
  • Le tantissime cascate, ad esempio le Kawasan Falls di Cebu

Viaggio filippine cosa Fare

Sono veramente moltissime le attività che potete praticare nelle Filippine: immersioni, snorkeling, surf, trekking, paracadutismo, relax in spiaggia, rituali magici, ammirare i tramonti, dormire su isole deserte ecc.

Ovviamente ogni isola è specializzata in una determinata attività, ed è quindi importante conoscere le caratteristiche di ciascun luogo.

Dove Andare Filippine: quale isola scegliere

Una volta che sapete cosa offre ogni isola sarà più semplice scegliere quella che fa per voi. Se siete amanti delle immersioni Malapascua vi dà la possibilità di avvistare lo squalo volpe; Siargao è l’isola dei surfisti; Palawan è l’ideale per chi ama le escursioni nella natura tra le meravigliose isolette; Siquijor è l’isola magica.

Insomma ce n’è per tutti i gusti. Per scegliere l’isola più adatta alle vostre esigenze potete leggere l’articolo: dove andare nelle Filippine, nel quale, in base alla mia esperienza, vi spiego come scegliere le tappe della vostra vacanza nell’arcipelago filippino.

Itinerario Filippine

Adesso avete tutte le informazioni necessarie per creare l’itinerario perfetto, come muovervi, quando andare e quale isola scegliere. Come avete visto gli spostamenti sono forse il punto debole delle Filippine, spesso i tempi di percorrenza possono essere lunghi.

Per questo vi consiglio di non esagerare con le tappe e soprattutto di concentrarvi su determinate zone: Cebu e dintorni, Palawan e Coron o la regione di Luzon.

Certamente dipende da quanti giorni avete a disposizione. Ad esempio con circa 2 settimane non farei più di 4 isole.

Costo della vita nelle filippine

A parte il costo del biglietto aereo che è la spesa maggiore (in media dai 350 ai 1.000 €) per il resto le Filippine non sono troppo care. I prezzi degli alloggi sono abbastanza economici e anche per mangiare non si spende molto.

I trasporti come abbiamo visto variano in base al mezzo, le auto private le ho trovate piuttosto care, ma i bus sono molto economici.

Tenete presente che nelle Filippine pagherete una sorta di tassa un po’ ovunque: per accedere in alcune spiagge, per i parchi, per le attrazioni naturali o per i parcheggi. Si tratta comunque di cifre molto basse.

Sicurezza nelle Filippine

Quello della sicurezza è un argomento delicato. Molti pensano che le Filippine siano pericolose, forse è anche per questo che non sono ancora sviluppate turisticamente, come ad esempio la Thailandia.

Per quanto mi riguarda nelle isole dove sono stato io (Cebu, Malapascua e Bantayan) non mi sono mai sentito in pericolo. Mi è capitato di girare anche di sera in zone buie, ma mi sono sempre sentito tranquillo. Anzi camminando nei villaggi locali ho trovato sempre persone cordiali, pronte a condividere con me il loro cibo o una birra fresca.

Va anche detto che per quanto sia presente la microcriminalità, le leggi nelle Filippine sono molto severe e i turisti sono abbastanza tutelati.

Come in tutti paesi è opportuno però avere il buon senso di non mettersi in situazioni che possono risultare pericolose e prestare sempre attenzione, specialmente se si viaggia da soli.

Ci sono però delle aeree più a rischio, in particolare alcune zone della città di Manila e le isole della regione del Mindanao, dove si sono verificati episodi di terrorismo e ci sono frequenti scontri religiosi.

Per un discorso di sicurezza bisogna anche tenere in considerazioni le possibili tempeste tropicali e i tifoni. Informatevi sulla situazione climatica del paese e tenete sempre sotto controllo il meteo anche durante il viaggio.

Conclusioni

In questa guida ho cercato di inserire ogni aspetto da considerare quando si pianifica un viaggio fai da te nelle Filippine.

Sono certo di avervi offerto un quadro ampio e vario di questi luoghi meravigliosi adesso tocca a voi. Se però avete ancora dei dubbi commentate l’articolo o scrivetemi in privato.

Altri Articoli che potrebbero piacerti

LASCIA UN COMMENTO